life coach

La mia esperienza da Life Coach

Sono Virginia, Life Coach Wellness4Me e professionista del benessere per la mente.
Essere una Life Coach per me più che un lavoro è una missione svolta col binomio mente/cuore, razionalità/sentimento.
Da quando ho iniziato ho avuto modo di conoscere molte persone, ognuna col proprio vissuto e col proprio obiettivo, capaci di vivere ogni sessione con la consapevolezza del momento.
Da ogni persona ho colto molto, osservando con gli occhi del bambino, senza giudizio. Con un simile atteggiamento questo lavoro diventa una crescita personale costante.
Ho scelto questa professione per aiutare, in maniera consapevole, le persone a ritrovare se stesse e a raggiungere i loro obiettivi.
Il mio intento è far star meglio ogni cliente, ecco perché l’empatia è fondamentale.
Capire come porsi per metterli a proprio agio e per tirare fuori il meglio delle potenzialità che hanno già dentro.
L’ intelligenza emotiva è uno strumento base nelle mie sessioni. È l’intelligenza del cuore, che se ascoltata e accolta crea energia e cooperazione.
Noi coach non offriamo risposte ma poniamo domande per fare in modo che le persone possano trovare dentro di se le risposte giuste per loro in quel momento. L’obiettivo è avere un ampio ventaglio di scelte possibili e opportunità decisionali.
Le persone che vengono in sessione grazie al coaching riscoprono i loro valori, prendono consapevolezza delle loro credenze, capiscono che possono cambiare quelle che non sono funzionali, fanno chiarezza su ciò che vogliono veramente e cominciano a compiere piccolo o grandi passi.
Ciò che la maggior parte delle persone vuole è raggiungere un più alto grado di soddisfazione, ma per riuscirci serve un obiettivo chiaro e azioni concrete. Insieme arriviamo a creare una road map, che diventa un faro che illumina la via.
In molti casi le persone riescono a migliorare la propria autostima e ad abbracciare un cambiamento capace di far emergere il proprio potenziale.
Il potenziale non può essere represso se vogliamo raggiungere un pieno senso di soddisfazione:
Se una persona ha un potenziale altamente creativo non si sentirà soddisfatto a fare il contabile, mentre una persona molto razionale non sarà mai soddisfatta a fare l’artista. Conoscersi e comprendersi diventa fondamentale.
Durante le sessioni chiedo ai miei clienti di ricordare la motivazione per cui sono giunti da me. La motivazione è un’ottima alleata, sopratutto nei momenti di debolezza, ma quando c’è consapevolezza e una visione chiara non c’è bisogno di gradi pratiche motivazionali, perché il nostro stesso desiderio ci motiva a fare… e fare bene.

Essere una Life Coach e fare Coaching porta a comprendere che gli eventi della vita sono lezioni da cui possiamo sempre imparare qualcosa. È una crescita continua ed è molto arricchente. Per questo esprimo una grande gratitudine per essere arrivata a questo.

Virginia Falcioni Life Coach